Luogo

Da Dizionario Italiano.
Versione del 12 feb 2010 alle 11:02 di Dizi (Discussione | contributi) (Creata pagina con ' Luogo{{sillabazione}} <span class="sillabazione">【luò-go】</span> {{desc-sign}} <span class="da-notare">Sostantivo Maschile</span> (…')

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Sillabazione:

【luò-go】

Definizione e Significato:

Sostantivo Maschile (Plurale -ghi)

  • Parte di spazio delimitata, considerata in funzione di ciò che in essa si colloca: luogo reale, immaginario; luogo della memoriaessere in ogni luogo, dappertutto, ovunque ‖ Geometria, linguaggio geometrico o matematico, insieme di punti individuati tramite determinate proprietà (per esempio la circonferenza è il luogo dei punti equidistanti dal centro)
  • Posto, parte della superficie terrestre con particolari caratteristiche Sinonimo: regione, zona: luogo deserto, coltivato; conoscere nuovi luogo; luogo di villeggiaturaluogo pubblico, a cui si può accedere liberamente (dando preavviso all'autorità competente se vi si vuole tenere una riunione) ‖ luogo aperto al pubblico, in cui si può entrare rispettando determinate condizioni, Specifico di orario o di pagamento ‖ i propri luogo, quelli in cui si è nati e cresciuti ‖ luogo santi, quelli venerati dai fedeli di una religione;
    per antonomasia, la Palestina
  • Posto in cui avviene, è avvenuto o deve avvenire qualcosa: incontrarsi nel luogo stabilito; tornare sul luogo del delitto; parte di spazio assegnata a una persona, disponibile per qualcosa: cercare un luogo all'ombraa far luogo da, nel linguaggio burocrocratico, a cominciare, a partire da ‖ esserci luogo, esserci posto ‖ farsi luogo, farsi largo, farsi strada, anche Figurativo,Figurativo, dar luogo a, causare, provocare ‖ aver luogo, avvenire, tenersi
  • Città, paese: luogo di nascita, di residenza
  • Costruzione o parte di essa adibita a usi particolari ‖ luogo di culto, luogo sacro, spazio destinato a funzioni religiose (nella religione cristiana, chiesa, cappella o cimitero)
  • Posto conveniente;
    momento opportuno: non è qui il luogo di discuterea tempo e luogo, al momento opportuno ‖ fuori luogo (o fuor di luogo), inopportuno, inutile
  • Diritto, non luogo a procedere, formula con cui alla fine dell'istruttoria si indica il proscioglimento dell'azione penale
  • Figurativo, Rango, condizione sociale: nato in basso luogo
  • Figurativo, Ufficio, funzione;
    anche come primo elemento di composti (luogotenente) ‖ tenere luogo, valere come locuzione prepositiva in luogo di, al posto di, in qualità di
  • Parte di un corpo o di un oggetto Sinonimo: punto: un mobile rovinato in vari luogo; Estensione, passo di un'opera scritta: luogo sceltiluogo comune, nella retorica e nella logica, verità indiscutibile per l'autorità di chi l'ha enunciata;
    principio su cui viene basata una dimostrazione;
    Estensione, nell'uso corrente, frase fatta, argomento banale
  • Grammatica, complementi di luogo, avverbi di luogo, che esprimono collocazione, direzione o relazione spaziale
  • Unito a numerali ordinali, indica l'ordine in cui vengono esposti i fatti: in primo luogo, in secondo luogo


  • I complementi di luogo (riferibili anche a luoghi figurati) sono tradizionalmente quattro: a) il complemento di stato in luogo indica il posto in cui (o vicino al quale) è situato qualcuno o qualcosa o accade un fatto e può essere introdotto dalle preposizioni o locuzione prepositiva in, a, su, da, tra, sopra, dentro, vicino a etc...: Elisa lavora a Milano; Carlo è da noi; il gatto è sul tetto; abita fuori del centro storico; b) il complemento di moto a luogo indica il luogo verso il quale si muove o a cui tende qualcuno o qualcosa e può essere introdotto dalle stesse Preposizione o locuzione prepositiva che introducono il complemento di stato in luogo: si è trasferito in Francia; la rondine si è infilata sotto le tegole; tutti i nodi vengono al pettine; c) il complemento di moto da luogo indica il luogo dal quale proviene qualcuno o qualcosa ed è introdotto dalle preposizioni da e (più raramente) di: vengono dal Veneto; è appena uscito di casa; d) il complemento di moto per luogo indica il luogo attraverso il quale o con accostamento al quale qualcuno o qualcosa compie il suo percorso ed è introdotto dalle preposizioni e locuzioni Preposizione per, attraverso, da, di (con gli Avverbio), in, tra, in mezzo: il corteo si snoda per le vie della città; arriverete a Siena da porta Romana; l'autobus per la stazione passa di qui