Buono

Da Dizionario Italiano.
Sillabazione:

1【buò-no】

Definizione e Significato:

Aggettivo, Sostantivo

  • Aggettivo (anteposto al sostantivom. al quale si riferisce, è troncato in buon davanti a vocale o a consonante semplice o seguita da l o r; comparativo più buono o migliore, superlativo buonissimo o ottimo)
  • Conforme a ciò che è ritenuto il bene morale Sinonimo: retto, probo: essere un uomo buono; buono condotta; buono educazione; buono volontà, ‖ essere un poco di buono, una persona inaffidabile ‖ Figurativo, in buon ordine, stando al proprio posto ‖ prendere per buono, credere vero, prestare fiducia
  • Benevolo, ben disposto nei confronti degli altri Sinonimo: generoso: buono cuore; il buono Dio; affabile, cortese ‖ essere in buono rapporti, in amicizia ‖ buono maniere, modo di fare educato, cortese e gentile ‖ opera buono, quella compiuta per carità ‖ tenersi buono qualcuno, propiziarsene i favori ‖ di buono voglia, di buono grado, volentieri ‖ dire una buono parola, consolare ‖ metterci una buono parola, raccomandare ‖ con le buono o con le cattive (maniere), che piaccia o no ‖ Figurativo, guardare, vedere di buono occhio, favorevolmente ‖ nel detto far buono viso a cattiva sorte, comportarsi con equilibrio e serenità anche di fronte a qualcosa di negativo, di spiacevole
  • (sempre anteposto al sostantivo) Bonario, mite, di animo semplice (talvolta con valore Ironico): buono diavolo; buono gentebuono come il pane, umile, naturale ‖ essere di bocca buono, accontentarsi di cibi non costosi, non elaborati ~Figurativo, avere poche pretese ‖ alla buona, dimesso, adattabile: mangiare alla buono
  • Calmo, posato, tranquillo: i bambini stanno buono; stai buono con quelle gambe
  • (anteposto al sostantivo) Detto di persona, esperto, valente, bravo: buono medico, insegnante; detto di parti del corpo, efficiente, valido: buono memoria, vista, salutebuono forchetta, buongustaio oppure gran mangiatore ‖ essere in buono mani, affidarsi a persone competenti ‖ avere buono fiuto, naso, intuire con prontezza ‖ avere buono braccia, sopportare la fatica
  • (posposto al sostantivo) In vigore, non scaduto, valido: il biglietto è ancora buono; palla buono; adatto a uno scopo specifico, a una funzione (introdotto da per): sciroppo buono per la tosse; riferito a persona, in grado o no di fare qualcosa (introdotto da a): sei un buono a nulla; sei buono solo a giocare
  • Pregevole per valore estetico, perizia tecnica, qualità produttiva: buono film; buono esecuzione; buono annata; buono marcavestito buono, l'abito della festa ‖ salotto buono, quello che si apre per le visite
  • Apprezzabile per dignità, correttezza, anche per ricchezza: buono nome; buono famigliabuono società, ceti abbienti
  • Utile, conveniente, vantaggioso: buono affare; buono occasione; a buono mercato; favorevole, propizio: buono anno, Natale, buono feste, vacanzeDio ce la mandi buona!, si dice trovandosi in una situazione difficile, pericolosa ‖ buono partito, persona libera da vincoli e facoltosa che per questo costituisce un'occasione appetibile di matrimonio ‖ avere buono gioco, tenere in mano carte vincenti ~Figurativo, trovarsi nella condizione migliore per agire ‖ Figurativo, nascere sotto una buono stella, essere fortunati nella vita ‖ prendere una buono piega, volgere al meglio
  • Gradevole, piacevole: buono odore, sapore; sereno, allegro: buono umore; buono compagnia, conversazione; ameno, salubre: aria buonobuono stagione, la primavera e l'estate ‖ Figurativo, non tirare aria buono, trovarsi in una situazione negativa
  • Soddisfacente, che esprime gradimento o giudizio positivo: godere di buono stampa; buono notizie; un buono voto
  • Valido, fondato, giusto: buono motivoa buono diritto, con ragione ‖ a ogni buono conto, in tutti i casi, in tutti i modi
  • Abbondante, avanzato: buono peso; buono dose; una buono mezz'ora; un'ora buonoessere a buono punto, già avanti in un lavoro ‖ di buono mattino, di buon'ora, molto presto ‖ di buono passo, speditamente, rapidamente ‖ di buono lena, con impegno
  • Con valore enfatico e rafforzativo: una buono volta; in unione con bello: è una bugia bella e buono
  • Popolare, Procace (Specifico detto di donna)
  • Sostantivo Maschile
  • (Femminile -na) Chi è buono: i buono e i cattivifare il buono, Specifico riferito a bambini, essere ubbidiente, stare tranquillo ‖ buono a nulla, persona inetta, fannullone
  • (solo Singolare, con valore neutro) Ciò che è buono, utile, gradevole: fare qualcosa di buono; buono per me; profumare, sapere di buonovolerci del bello e del buono, molti sforzi per giungere a un risultato
  • Diminutivo buonino