Me

Da Dizionario Italiano.
Sillabazione:

1【mé】

Definizione e Significato:

Pronome, Sostantivo

  • pronome personale, forma tonica del paradigma del Pronome di 1ª maschile e femminile Singolare io
  • Come complemento oggetto o di termine (con la preposizione a) si usa se il Pronome deve essere messo in rilievo (quando è esclusa la forma atona mi): cercate me?; a me devi dire la verità; è obbligatorio negli altri complemento indiretti dopo preposizione: da me non sapranno nulla; venga con me; si rafforza con stesso e medesimo: non credevo a me stesso; si pospone a proprio, anche, neanche etc...: nemmeno a me ha dato spiegazioni; piacerebbe pure a meda me, da solo, senza nessun aiuto ‖ secondo me, a mio parere ‖ per me, per quanto mi riguarda o dal mio punto di vista ‖ tra me (o tra me e me), dentro di me, in silenzio
  • È usato come complemento predicativo del soggetto con i verbi copulativi essere, sembrare, parere etc...: tu non sei me (quando il soggetto non sia proprio la 1ª Singolare: per esempio non mi riconosco, non sono più io)
  • In espressioni comparative: fate come me; ne sa quanto me; in frasi esclamative: povero me!
  • Sostantivo Maschile (Invariato) non comune La persona umana considerata nell'identità individuale e nella coscienza di sé: «Il Gran Me e il piccolo me» (Pirandello)


  • La sequenza a me mi, sia in successione immediata (come in a me mi piace), sia con elementi interposti (a me di tutte queste novità nessuno mi aveva informato) va evitata nell'uso formale, soprattutto scritto, mentre è funzionale nel parlato ed è accolta nella narrativa, per esempio da Manzoni («a me mi par di sì»)